fbpx
Molino Colombo

Loading

SPEDIZIONI GRATUITE PER ACQUISTI SUPERIORI A 60€

0

Subtotale (0 articoli)

0,00 

Per completare l’ordine mancano 3 farine del nostro shop.

Molino Colombo
Farina integrale: benefici, usi e conservazione. Un tesoro di fibre e gusto

Farina integrale: benefici, usi e conservazione. Un tesoro di fibre e gusto

Oggi desideriamo parlare della farina integrale, un ingrediente che si distingue notevolmente dalla tradizionale farina bianca, specialmente per il suo alto contenuto di fibre.

Nella nostra alimentazione quotidiana spesso mancano quantità adeguate di fibre, un problema che la farina integrale può risolvere efficacemente. Con 11 grammi di fibre per ogni 100 grammi di farina, è una scelta eccellente per migliorare l’apporto di questo importante nutriente.

Le fibre presenti nella farina integrale si dividono in due categorie: solubili e insolubili. Le fibre insolubili aiutano a mantenere regolare l’attività intestinale, mentre quelle solubili sono utili per moderare l’assorbimento di zuccheri e grassi. Tuttavia, nella farina integrale, l’effetto delle fibre solubili è meno immediato, in quanto si liberano gradualmente durante la digestione.

È possibile sostituire la farina bianca con quella integrale in molte ricette. Sebbene i prodotti ottenuti possano risultare meno soffici, il gusto che si ottiene è decisamente più ricco e appagante.

Per quanto riguarda la panificazione, è sicuramente possibile preparare pane utilizzando esclusivamente farina integrale. Un ottimo equilibrio tra sapore e leggerezza si può ottenere miscelando la farina integrale con quella bianca. In questo modo, si combinano le qualità nutrizionali della farina integrale con la sofficità della farina bianca.

Importante considerare come la farina integrale abbia una durata di conservazione inferiore rispetto alla farina bianca, a causa della presenza della crusca. È quindi essenziale conservarla in un luogo asciutto e fresco.

Sul fronte calorico, la farina integrale presenta un contenuto energetico leggermente inferiore rispetto alla farina bianca: 319 kilocalorie contro 341.

Un aspetto importante da sottolineare è che la farina integrale non è idonea per diete prive di glutine, poiché contiene questa proteina.

Esistono vari tipi di farina integrale, ognuno adatto a specifiche preparazioni. La scelta dipende dalla selezione del grano e dal tipo di prodotto finale che si desidera realizzare. Ad esempio, per prodotti lievitati si predilige una farina con un più alto contenuto proteico, mentre per biscotti e dolci si può optare per una farina integrale con minori proteine.

Condividi su: