fbpx
Molino Colombo

Loading

SPEDIZIONI GRATUITE PER ACQUISTI SUPERIORI A 60€

0

Subtotale (0 articoli)

0,00 

Per completare l’ordine mancano 3 farine del nostro shop.

Molino Colombo
Farina di grani antichi, ritorno alle origini

Farina di grani antichi, ritorno alle origini

La Farina di Grani Antichi prodotta dal Molino Colombo è un ritorno alle origini dell’agricoltura e della panificazione. Da dove prende il suo nome? Per quali preparazioni è indicata? Quali sono le sue caratteristiche principali? Lo scopriamo, come sempre, con il nostro esperto e Maestro di Farine José Consolandi.

 

Quali grani vengono utilizzati nella Farina di Grani Antichi

“Questo prodotto prende il nome dai grani utilizzati per la sua produzione, tutti quanti risalenti come origini agli albori della nostra storia agricola e, a conti fatti, della nostra civiltà. Unisce, in sostanza, i primi grani e cereali coltivati nella Mezzaluna fertile, l’antica Mesopotamia per intenderci, e nell’antico Oriente, Cina e subcontinente indiano – spiega José Consolandi -. Si tratta di una scelta deliberata volta a riscoprire sapori e proprietà di cereali meno comuni, magari anche meno facili da coltivare perché meno produttivi, ma ricchi di storia e tradizione. È un’alternativa che Molino Colombo ha voluto dedicare a tutti gli appassionati di ricerca e di sperimentazione di grani e farine inusuali”.

La Farina di Grani Antichi Molino Colombo è un’armoniosa combinazione di tre cereali dalle origini lontane: riso, farro, e khorasan (comunemente noto come kamut, sebbene questo sia il nome di un brand specifico, un marchio registrato). Questi grani apportano qualità nutrizionali leggermente diverse rispetto ai grani tradizionali, incidendo però moltissimo sul sapore e sul profumo finale dei panificati.

Ciascuno dei cereali usati ha una sua storia, unica e peculiare: Il khorasan è considerato infatti il genitore del grano duro, il suo nome significa “dove ha origine il sole” ed è molto apprezzato perché parecchio saziante. Il farro, antenato del grano tenero, è noto fin dai tempi dei Romani e dei Greci mentre il riso, oggi il cereale più consumato in assoluto al mondo, accompagna la storia dell’uomo da oltre 15mila anni.

Caratteristiche e utilizzo

“La Farina di Grani Antichi ha anche un’aggiunta di germe di grano, che arricchisce ulteriormente il mix – spiega il Maestro Consolandi -. Questa farina nasce per la preparazione di prodotti lievitati, tra cui la pizza in pala romana, pani rustici e caserecci ad alta idratazione, filoni, pagnotte, cracker e grissini, ma può essere utilizzata per qualsiasi preparazione. La sua anima antica la rende particolarmente adatta alle lavorazioni con lievito madre, proprio alla maniera degli antichi”.

Per quanto riguarda le caratteristiche, questa farina è ricca di sali minerali, grazie soprattutto alla presenza di farro, e ha una quantità di glutine inferiore rispetto alle farine tradizionali: il riso infatti è privo di glutine e il farro contiene un tipo di glutine che gli intolleranti giudicano meno fastidioso. Resta, comunque, non adatta ai celiaci. Conservarla è semplice: basta seguire i consigli del Molino, riportati anche sul sito web e sui pack.

Vuoi partire con noi in un lungo viaggio attraverso la storia e la tradizione?

Prova subito la nostra Farina di Grani Antichi!

Condividi su: